Il tema è di grande attualità e non è solo legato agli effetti della pandemia e delle restrizioni che ne sono conseguite.

Il comportamento alimentare, in tutte le sue sfaccettature, è legato a filo doppio con la psicologia e lo ha illustrato bene la dottoressa Ilenia Brizzi, psicoterapeuta,  nel corso del webinar promosso da Assoutenti Emilia Romagna nell’ambito del progetto Cambiapasso.

Quanto ha inciso la pandemia sull’alimentazione?

“La pandemia ha acuito situazioni già fragili, nella gran parte dei casi – dice la psicoterapeuta, una professionisti che aderisce al progetto dello Sportello psicologico Campiapasso – ma è indubbio che mutamenti dei nostri comportamenti alimentari si sono verificati nel corso dell’ultimo anno: quanti di noi non hanno mangiato almeno una volta davanti al pc o guardando le email? E’ stato un comportamento non salutare molto più frequente che in passato e dovremmo fare attenzione a non replicarlo. Quello che è importante, tuttavia, è avere consapevolezza : sapere quindi che siamo tutti coinvolti in una situazione non attesa, per cui non eravamo preparati e che potremmo trovarci di fronte a altre situazioni, emotivamente difficili da sostenere, in futuro. Consapevolezza – conclude la dottoressa Brizzi – deve quindi essere la nostra parola d’ordine ogni volta che avvertiamo una situazione potenzialmente difficile da gestire emotivamente e che potrebbe riguardare il nostro approccio al cibo”.

Il webinar di Cambiapasso

Nel corso del webinar, trasmesso in diretta Facebook e sulla pagina di Assoutenti Emilia Romagna, disponibile per una successiva visione, la dottoressa Brizzi ha fornito alcuni consigli pratici che possono aiutarci a gestire meglio le situazioni.

Fame nervosa, emotiva, stimoli ambientali: tutti fattori da conoscere per non farsi sopraffare né colpevolizzarsi nel caso in cui qualche volta si avesse voglia di gratificarsi con il cibo.

“In un’epoca in cui media e social media di offrono immagini ritoccate e assolutamente non reali dei corpi di uomini e donna – aggiunge Brizzi – occorre fermarsi, riflettere e comprendere che i corpi sono tutti diversi e ‘giusti’ così come sono, facendo invece attenzione al benessere e alla salute”.

Letture consigliate

Per chi volesse approfondire l’argomento, esistono dei libri che affrontano il tema in modo divulgativo.

Tra questi segnaliamo:

Susan Albers, 50 moi di vincere la fame nervosa, Macro Edizioni

Anita Johnston, Il corpo delle donne, Castelvecchi

Jan Chozen Bays, Mindful eating, Damiani editore

Per avere maggiori informazioni sul servizio gratuito di prima consulenza psicologica o per prenotare un consulto scrivi a sportello@cambiapasso.it oppure utilizza il form a fondo pagina.

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico. Ripartizione 2020

 

    Hai bisogno del nostro aiuto? Contattaci!